Un Parco urbano dedicato alla memoria di Vincenzo Liguori, vittima innocente della criminalità. L’appuntamento con la cerimonia di intitolazione è fissato per lunedì 2 maggio alle 11 a San Giorgio a Cremano, comune che ha deciso di intestare la struttura pubblica di via Aldo Moro al meccanico che lavorava proprio lì vicino e che lì trovò la morte il 13 gennaio del 2011, raggiunto da una pallottola che lo colpì per errore.

Parteciperanno all’evento, oltre che i familiari della vittima, le scuole del territorio (gli alunni di alcune di esse hanno contribuito a co-progettare il Parco) e varie figure del mondo istituzionale e associativo, con rappresentanti delle forze dell’ordine e del giornalismo. Accanto al sindaco di casa Giorgio Zinno e alla sua amministrazione, sarà presente anche il Primo cittadino di Pollena Trocchia, Francesco Pinto, accompagnato da altri amministratori del comune vesuviano del quale Liguori era originario.

«Invito i cittadini di Pollena Trocchia a spostarsi a San Giorgio a Cremano per prendere parte alla cerimonia di intitolazione del Parco di via Aldo Moro alla memoria di un nostro concittadino onesto ed esemplare – ha esordito Pinto – Si tratta di un’iniziativa di grande valenza simbolico: dedicare un luogo pubblico a una vittima innocente della criminalità significa assumere un doppio impegno, quello della memoria e al tempo stesso anche quello di voler condurre una strenua battaglia, culturale prima di tutto, contro la violenza e le mafie. Proprio per questo è ferma intenzione dell’amministrazione comunale da me guidata intitolare anche uno spazio della nostra cittadina a Vincenzo», ha concluso il sindaco di Pollena Trocchia.

motoraduno liguori