In attesa dell’esito degli esami tossicologici e alcolemici, resta indagato e a disposizione dell’autorità giudiziaria di Nola l’autista palermitano alla guida del tir che ieri mattina ha travolto sulla Statale 7 bis Nola-Villa Literno, una squadra di cinque operai che effettuavano lavori di manutenzione.

L’ipotesi di reato, è quella di omicidio stradale, di recente introdotta nell’ordinamento giudiziario italiano. La sua posizione rimarrà al vaglio della Procura di Nola fino al risultato dei test, probabilmente nella giornata di oggi. Gli operai che hanno perso la vita sono Antonio Di Maio di 58 anni di Marcianise, e Roberto Mottola, 36enne di Capodrise.

nola incidente