Una microspia per ascoltare le conversazioni che si tenevano nella stanza del sindaco Vincenzo Catapano. È successo a San Giuseppe Vesuviano dove il primo cittadino ha trovato una cimice all’interno del suo ufficio. Una notizia che ha fatto immediatamente il giro della città e che ha naturalmente sconvolto amministratori e cittadini.

Catapano ha immediatamente denunciato tutto alle forze dell’ordine e sul fatto stanno indagando la polizia del locale commissariato insieme alla Digos. Si cerca, naturalmente, chi possa avere installato il piccolo apparato elettronico di cui non sono state ancora capite fino in fondo le funzioni. È certo, infatti, che il congegno registrasse l’audio ma si sta cercando di appurare se possa avere immortalato anche foto o addirittura filmati.

A trovare la microspia è stata la stessa fascia tricolore che ha notato qualcosa di strano in alto ad una luce di emergenza. Quando si è avvicinato ha capito immediatamente di cosa si trattasse. Un episodio quantomeno inquietante.

catapano