Banconote di grosso tagli che gli stessi finanzieri hanno avuto difficoltà a mettere in ordine, conti correnti bancari e postali, altri beni mobili dopo i sigilli al centro commerciale avvenuto lo scorso anno. Insomma, un secondo patrimonio riconducibile all’imprenditore di San Giuseppe Vesuviano, Alfonso Annunziata, ritenuto uomo del clan di ‘Ndragheta “Piromalli”. Nel video una carrellate di tutti i beni confiscati.

sequestro annunziata