Aveva voglia di tornare a casa, così ha affrontato il suo divieto di recarsi in tutta la regione Campania pur di respirare l’area del Vesuvio. Ed è stato questo a tradire il 30enne Nunzio Iovine, originario di San Gennarello di Ottaviano e trovato dai carabinieri a San Giuseppe Vesuviano insieme ad un’altra persona. Quest’ultimo, già noto alle forze dell’ordine, è stato interrogato per provare a capire se il 30enne pregiudicato abbia violato già in passato il divieto di dimora.

Una volta fermato dai militari dell’Arma, il pregiudicato ha provato ad eludere il controllo fornendo false generalità, aggravando di fatto la sua posizione. Iovine nel 2013 scampò ad un agguato ritenuto di matrice camorristica: contro il giovane venne esploso un colpo di pistola che finì nel torace. Nonostante la grave ferita il 30enne riuscì a salvare. Il fatto avvenne a Poggiomarino, ed allora l’uomo veniva considerato vicino al clan Giugliano.

Nunzio Iovine