“Il quaderno edizioni” riceve il premio “Non tacerò” per il suo impegno nella diffusione e divulgazione della cultura come strumento di democrazia e libertà. “Non tacerò” è la manifestazione organizzata per mettere in risalto le tante e diverse voci della cultura e del sociale presenti nel territorio campano e che nel nome ricorda il messaggio di Don Peppe Diana, martire della criminalità che affermò: “Per amore del mio popolo non tacerò”.

A ritirare il premio Tonino Scala e Stefania Spisto. «È difficile esprimere a parole che significa per noi ricevere un premio così prestigioso e che sintetizza il senso più alto e profondo che diamo alla nostra azione nella società», è stato il commento di Tonino Scala. «Aggiudicarsi questo premio che nelle altre categorie, hanno ricevuto personaggi come Benedetto Zoccola, il vicesindaco di Mondragone, che da imprenditore fu minacciato e sequestrato; Pino Imperatore, fondatore a Napoli del Laboratorio di scrittura comica e umoristica; l’Associazione Noi Genitori di Tutti, nata dal dolore più grande di tutti, il dolore di perdere un figlio; Peppe Pagano, fondatore di Nco Acronimo di Nuova Cucina Organizzata, Nuova Cooperazione; Gaetano di Vaio, che oggi è un affermato produttore del cinema indipendente italiano e il giudice Catello Maresca, magistrato che ha indagato per anni sul clan dei Zagaria e tanti altri, ci riempie di orgoglio per noi e per tutti gli autori de “Il quaderno edizioni” che svolgono un lavoro encomiabile intriso di ideali e di passione. Grazie ad Antonio Trillicoso che ha creduto nel nostro impegno e che oggi ci regala una grandissima gioia», ha concluso il presidente de Il Quaderno edizioni, Stefania Spisto.

non tacerò