Ha annunciato già da diverso tempo che si candiderà al consiglio comunale di Napoli a sostegno del sindaco uscente Luigi de Magistris. Ma ieri è esploso il caso attraverso un articolo de Il Mattino: Enzo Peluso, scrive il quotidiano, è un “massone”, e non ha fatto mai mistero di essere iscritto all’ordine dei fratelli muratori. Insomma, farebbe parte di quei “poteri forti” contro cui il sindaco di Napoli dice da sempre di avere lottato.

Ieri, inoltre, Peluso e de Magistris si sono ritrovati in un incontro politico in un hotel partenopeo, confermando dunque la vicinanza verso le Amministrative del capoluogo campano. Stamattina, il sindaco ha però affermato che nelle sue liste «non ci saranno né massoni né delinquenti» e che guarderà i nomi «ad uno ad uno anche controllando i casellari giudiziari».

Insomma, il caso è esploso e rischia di finirci invischiato proprio Peluso, che lo scorso anno tentò l’avventura al consiglio regionale raccogliendo oltre 3mila preferenze che non bastarono però per essere eletto. L’esponente di Lir ha frattanto confermato la sua candidatura con de Magistris. Nessuna conferma, invece, arriva sull’affiliazione massonica, che poi – è giusto ricordarlo – può dire tutto e niente.

enzo peluso