A San Gennaro Vesuviano, i carabinieri della locale stazione in collaborazione con personale della direzione territoriale del lavoro di Napoli e di personale dell’Asl Napoli 3 Sud, hanno effettuato un servizio per il contrasto al fenomeno del lavoro sommerso e per controllare le condizioni di sicurezza sui luoghi di lavoro.

Il titolare 46enne di un opificio tessile in via Cicella di San Gennaro Vesuviano è stato denunciato perché aveva dato occupazione alle proprie dipendenze a due lavoratori stranieri non in regola con le norme sulla immigrazione.

Nel corso di analoga ispezione è stato denunciato anche il titolare 40enne di altro opificio tessile nella stessa strada che occupava alle sue dipendenze un lavoratore straniero irregolare. Per il primo opificio è stato adottato il provvedimento di sospensione dell’attività.

fabbrica carabinieri