Diventa questore di Bari il “superpoliziotto” che arrestò Rosetta Cutolo


2451

Un poliziotto napoletano “doc” alla guida della Questura del capoluogo pugliese. Si è insediato ieri, infatti, il dirigente superiore della Polizia di Stato Carmine Esposito, 59 anni, entrato in polizia nel dicembre del 1985 dopo il periodo di formazione e assegnato, nel dicembre dell’anno successivo, all’Istituto Superiore di Polizia.



Laureato in Giurisprudenza in Scienze delle Pubbliche Amministrazioni a Napoli, nell’agosto del 1988 fu trasferito presso la Squadra Mobile della Questura di Napoli e, successivamente, al centro interprovinciale Criminalpol, dove prestò servizio fino al 1994. A Napoli ha portato a termine una serie di operazioni di polizia giudiziaria di notevole importanza, che hanno consentito l’arresto di Rosetta Cutolo, superlatitante e sorella del noto boss della Nco Raffaele Cutolo, e del luogotenente dei cutoliani Sergio Marinelli, arrestato in Venezuela.

In carcere grazie a lui sono finiti anche numerosi affiliati al clan La Torre, insieme al capo clan Augusto La Torre, tra i più potenti della provincia di Caserta. Per quest’ultima operazione nel gennaio del 1991, Esposito è stato promosso per merito straordinario alla qualifica di vice questore aggiunto. Nel maggio del 2010 è stato promosso a dirigente superiore ed è stato chiamato a guidare prima la Questura di Trapani e, dall’agosto 2014, la Questura di Brescia.

rosetta questore

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE