In centinaia in via Roma per l’apertura della campagna elettorale del sindaco in carica, Leo Annunziata. Insomma, il bagno di folla c’è anche per il Pd, che parte con i pezzi da novanta. A Poggiomarino arrivano infatti il presidente della Campania, Vincenzo De Luca, il capogruppo in consiglio regionale, Mario Casillo, ed il parlamentare Massimiliano Manfredi. Ma le parole del primo cittadino rubano la scena a tutti. Annunziata parte in maniera tonica, alzando anche la voce in alcuni passaggi, e arrivando alla fine a lanciare un nuovo slogan: “Vinciamo al primo turno”.

«La presenza qui di così tante persone – afferma – significa che il legame con la comunità si è rafforzato. C’è qualcuno che mi accusa di essere un “sindaco in Comune” ed io me ne vanto, perché abbiamo lavorato per le scuole, la raccolta differenziata ed il decoro. È un vanto che Poggiomarino abbia finalmente avuto un’Amministrazione in grado di chiudere i cinque anni di mandato, è un vanto che Poggiomarino non sia tra i 27 Comuni finiti nel mirino del prefetto per sospetti di illegalità».

E poi il contrattacco al sindaco di Scafati, Pasquale Aliberti, che in un incontro pubblico non aveva lesinato accuse: «Saremo umili e non attaccheremo nessuno, ma risponderemo a chi non ci rispetta. Poggiomarino è dei poggiomarinesi e non abbiamo bisogno di tutori». «A De Luca – insiste la fascia tricolore – chiediamo i fondi per le fogne e per dire “basta” agli allagamenti, i fondi per completare il Parco di Longola. Abbiamo in programma di rifare altre strade come via Nuova San Marzano, via Piano Del Principe e via Tortorelle. Ogni giorno ho sentito il “peso” dell’incarico – conclude – i problemi e le potenzialità. Siamo contenti soprattutto di essere arrivati fin qui con le mani pulite, con piena onestà mia e di tutti gli assessori che si sono avvicendati in questo periodo».

E tra ironia e “impegni d’onore”, De Luca ha ribadito le promesse fatte appena un anno fa a Poggiomarino: «I cantieri per le fogne partiranno quest’anno e faremo il possibile per concludere le opere già per il prossimo inverno. Qui, su questo territorio, abbiamo intenzione di realizzare un centro commerciale florovivaistico così bello da fare invidia a tutta Italia. Leo merita l’onore di guidare questa città per altri 5 anni, ha lavorato con amore e passione per la sua gente e non si è montato la testa. Essere onesti e arrivare serenamente alla fine del mandato – chiude il governatore – non sono affatto meriti da poco».

Infine l’apertura ufficiale della sede del comitato: all’interno la bella idea di realizzare gli arredi riciclando rifiuti e di utilizzare vernici ecologiche, con lo “sceriffo” che si è fermato ad osservare il fumetto che lo ritraeva insieme al primo cittadino. E prima di andare via, il sindaco Annunziata ha consegnato una lettera a De Luca, una missiva scritta dai comitati civici che lottano contro le vasche dei veleni e gli allagamenti.

de luca leo