Social Politik riparte con il dilemma “trivelle”: andare a votare o non farlo (perché c’è anche chi mette in dubbio di esercitare il diritto). A cercare di mettere un pizzico di ordine è il sindaco di Somma Vesuviana, Pasquale Piccolo, che su Facebook scrive: «Invito tutti i cittadini ad andare a votare il prossimo 17 aprile. Il voto è e resta per tutti noi la più alta espressione di democrazia ed è tra le più importanti conquiste conseguite in termini di autonomia e potere decisionale. Il referendum del 17 aprile ci propone un quesito alquanto tecnico, ed in un momento critico della nostra storia, dove i problemi di “sopravvivenza” sono enormi, potrebbe scoraggiare il voto, ma questo referendum alla base punta ad una scelta di campo in tema di energia, è quindi un referendum politico e riguarda tutti. Io andrò a votare per sostenere le ragioni del “sì”».

È finito su Repubblica e su Il Mattino per ragioni che non c’entrano nulla con la sua attività politica: Luca Capasso, sindaco di Ottaviano, difende l’unico indagato per il rogo della Città della Scienza. Il 22 aprile c’è l’udienza davanti al gup: una importante prova professionale per Capasso.

Momenti di condivisione, invece, per il primo cittadino di Sant’Anastasia, Lello Abete, che ha parlato alla città al Metropolitan: «Grazie! Grazie! Grazie! Si è da poco conclusa la manifestazione al Metropolitan: ringrazio i tanti presenti, la giunta comunale, i consiglieri comunali presenti, Francesco de Rosa e tutti coloro che si sono adoperati per la realizzazione di questa serata, della chiarezza della trasparenza e dell’ascolto. Io sono con voi, sempre!».

Si va verso la lite, invece, nella campagna elettorale di Poggiomarino. L’assessore Alfonso Troiano replica ad alcune presunte accuse della fascia tricolore di Scafati, Pasquale Aliberti, scrivendo: «Il sindaco del paese confinante farebbe bene a pensare ai gravi problemi del suo paese e farebbe cosa altrettanto gradita ad evitare di fare il maestrino. Non si trova proprio nella posizione adatta. A Poggiomarino dal 2011 regnano legalità e trasparenza».

Infine il sindaco di Striano, Aristide Rendina, protagonista del convegno per valorizzare un prodotto locale della terra, probabilmente il più importante: il Pomodoro San Marzano Dop: «Una bellissima giornata», fa sapere il primo cittadino.

socialpolitik