Ismea ha pubblicato il bando per l’insediamento di giovani in agricoltura, con l’obiettivo di sostenere le operazioni fondiarie riservate ai giovani che si insediano per la prima volta in aziende agricole in qualità di capo azienda, mediante l’erogazione di un contributo in conto interessi. Sono stati stanziati due lotti da 30 milioni di euro ciascuno, per un totale di 60 milioni. Il bando Ismea è articolato in due lotti, in base alla localizzazione geografica delle operazioni fondiarie; il secondo è rivolto, tra le altre, alla Regione Campania.

Agevolazioni concedibili: Il premio darà la possibilità di accedere a un leasing finanziario di 15 – 20 – 25- 30 anni, rimborsabile in rate semestrali posticipate.

Benefici: È concesso un contributo in conto interessi nella misura massima di 70mila euro erogabile per il 60 per cento all’avvio dell’ammortamento dell’operazione e per restante il 40 all’esito della corretta attuazione del piano aziendale allegato alla domanda di partecipazione. L’attuazione del piano deve essere avviata entro 9 mesi dalla data di stipula dell’atto di concessione delle agevolazioni e completata in un periodo massimo di 5 anni dalla stipula stessa, pena la decadenza dal contributo.

Entità dell’importo: L’importo richiesto per l’operazione deve essere compreso tra un minimo di 250mila euro e un massimo di 2 milioni di euro.

Concessione delle agevolazioni: In caso di esito positivo del processo istruttorio, l’ISMEA procede alla determinazione della concessione individuale delle agevolazioni per il primo insediamento. La concessione delle agevolazioni è subordinata a: Pagamento del rimborso spese istruttoria; Sottoscrizione delle polizze assicurative. Il rimborso spese istruttoria è quantificato sulla base del valore del terreno oggetto dell’intervento fondiario stabilito dall’ISMEA in seguito al sopralluogo e si articola sulla base dei seguenti scaglioni. Valore del terreno: da 100.000 a 250.000 euro, 5.000 euro di commissioni – da 250.001 a 750.000 euro, 10.000 euro di commissioni – da 750.001 ad 1.500.000 euro, 15.000 euro di commissioni.

Destinatari: Giovani che intendono insediarsi per la prima volta in un’azienda agricola in qualità di capo azienda e che, alla data di presentazione della domanda, risultano in possesso di precisi requisiti: – età compresa tra i 18 anni compiuti e i 40 anni non ancora compiuti; – cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione europea; – residenza nel territorio della Repubblica italiana; – possesso di adeguate conoscenze e competenze professionali, attestate da: titolo di studio di livello universitario di indirizzo agrario, o titolo di studio di scuola media superiore in campo agrario, o esperienza lavorativa, dopo aver assolto l’obbligo scolastico, di almeno due anni in qualità di coadiuvante familiare ovvero di lavoratore agricolo, documentata dall’iscrizione al relativo regime previdenziale, o attestato di frequenza con profitto ad idonei corsi di formazione professionale. Qualora il giovane, al momento della presentazione della domanda, non disponga di adeguate capacità e competenze professionali, è ammesso alla partecipazione, a condizione che dichiari di impegnarsi ad acquisire tali capacità e competenze professionali entro 36 mesi dalla data di adozione della determinazione di ammissione alle agevolazioni.

L’insediamento deve avvenire successivamente alla presentazione della domanda di ammissione all’agevolazione.

Presentazione delle domande: Dal 11 aprile 2016 al 10 giugno 2016. Per ulteriori informazioni di dettaglio: http://www.ismea.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/4652  *fiscalista specializzata in fondi europei e incentivi alle imprese

agricoltura-ai-giovani