A San Giorgio a Cremano un parco pubblico sarà intitolato a Vincenzo Liguori, il meccanico di Pollena Trocchia ucciso per errore dalla criminalità organizzata il 13 gennaio 2011 mentre lavorava nella sua officina nel comune vesuviano. Lo stabilisce una delibera di giunta approvata nei giorni scorsi, nel giorno dedicato alla Memoria e all’Impegno in ricordo delle vittime innocenti di tutte le mafie.

Nelle prossime settimane verrà scoperta la targa nel Parco in via Aldo Moro che sancirà ufficialmente la denominazione della villa, posta a pochi metri dal luogo della tragedia. Il sindaco di San Giorgio a Cremano, Giorgio Zinno, dice: «Non è un caso che la delibera sia stata approvata in giunta nel giorno in cui l’Italia condivide in tutte le piazze il ricordo delle vittime della criminalità organizzata. Abbiamo voluto offrire il nostro contributo reale, rendendo onore alla figura di Vincenzo Liguori, una delle vittime innocenti di camorra uccise a San Giorgio a Cremano, un uomo e lavoratore onesto il cui sacrificio deve diventare simbolo perenne della lotta ad ogni forma di illegalità».

L’assessore alla toponomastica Pietro De Martino aggiunge: «Avere una targa permanente visibile ai cittadini con il nome di Vincenzo Liguori è più di un gesto simbolico. Rappresenta piuttosto un contributo reale all’uomo che ho conosciuto personalmente e alla famiglia alla quale va tutta la nostra vicinanza».

motoraduno liguori