Una fiaccolata per ricordare Domenico Liguori e Francesco Tafuro, vittime di un agguato avvenuto a Saviano, in provincia di Napoli, la sera dell’11 febbraio. Il corteo partirà da piazza Vittorio Emanuele III di Somma Vesuviana alle 17 e percorrerà le strade del centro fino alla parrocchia di Santa Maria di Costantinopoli dove sarà celebrata la messa in suffragio dei due giovani titolari di un centro di scommesse del comune del Vesuviano.

Promotori dell’iniziativa familiari e amici di Domenico e Francesco che intendono rimarcare «l’estraneità delle vittime a qualsiasi rapporto con gli ambienti della criminalità», e onorarne la memoria evidenziando che sono morti innocenti. Una circostanza confermata dagli sviluppi delle indagini che hanno portato alla individuazione dei tre presunti responsabili del duplice delitto e alla scoperta del movente: i due sono stati uccisi per un debito di gioco da 20mila euro che uno degli assassini aveva contratto con Liguori e Tafuro (faceva puntate scoperte, senza consegnare i soldi che venivano anticipati dai titolari del centro ai quali non erano più stati restituiti). Durante la cerimonia religiosa – informano i promotori della fiaccolata – verrà letto anche un messaggio di cordoglio del vescovo di Nola Beniamino Depalma.

omicidio saviano