Rischio infiltrazioni a San Gennaro, la rabbia del sindaco: «Nessun allarme, abbiamo voltato pagina»


358

«Naturalmente abbiamo il massimo rispetto per le istituzioni e per il lavoro sia della Prefettura che degli investigatori che si impegnano a rischio della loro vita per il rispetto della legge. Quello che in questa circostanza ci preme è dare invece alla cittadinanza una corretta informazione in relazione alle strumentalizzazioni giornalistiche che sono state fatte sulla vicenda. Il problema è che al momento non emerge da nessuna parte la completa discontinuità della nostra amministrazione con qualunque tipo di passato, il che invece rappresenta la pura verità». A parlare è il sindaco di San Gennaro Vesuviano, Antonio Russo, che respinge le polemiche in merito all’inserimento della città tra le 27 nel mirino della prefettura per pericolo di infiltrazioni.



Un elenco in cui sono state inserite Amministrazione che al loro interno presentano almeno un esponente politico del passato, quando le città vennero pesantemente influenzata dalla camorra. «L’attuale amministrazione comunale – sottolinea ancora il primo cittadino sangennarese – ha una chiara e palese discontinuità con le amministrazioni di San Gennaro Vesuviano oggetto di passati provvedimenti governativi, annullati o no».

E ancora: «Io mi sono candidato a sindaco la prima volta nel 2009 e non sono stato eletto per pochissimi voti. Per quella consiliatura sono stato quindi a capo dell’opposizione» ricorda il sindaco. «Ebbene – conclude – tra i candidati della mia lista non vi era nessun aspirante consigliere che avesse avuto già un passato in politica. Erano tutti volti nuovi, chiamati accanto a me proprio perché alla loro prima esperienza: e con quelli ho continuato poi a lavorare fino ad oggi».

russo sindaco

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE