Presentata ufficialmente la centrale di videosorveglianza del Comune di Pollena Trocchia, lo strumento altamente tecnologico che servirà a controllare da un’unica postazione i diversi punti del territorio nei quali sono state installate telecamere sfruttando postazioni già esistenti e realizzandone altre ex novo. Per ora si tratta di sei aree del comune vesuviano monitorate da 15 telecamere, ma l’intenzione dell’amministrazione è quella di aumentarne il numero, anche perché il sistema approntato in un apposito spazio della casa comunale può supportare fino ad oltre cinquanta occhi elettronici, che potranno essere aggiunti in momenti successivi e senza difficoltà grazie ad antenne capaci di comunicare con quella centrale.

«Abbiamo fatto un grosso sacrificio organizzativo per dotare il paese di un sistema altamente funzionale e all’avanguardia, rispetto al quale in zona siamo tra i pionieri, capace di fornire in maniera nitida quei dettagli indispensabili a individuare gli autori di comportamenti illegali», ha esordito il sindaco Francesco Pinto nel presentare la centrale e il suo funzionamento anche alle forze dell’ordine che hanno presenziato all’evento: il tenente dei carabinieri di Cercola Gaetano Vrola, il dirigente del commissariato di polizia di San Giorgio a Cremano, Sergio Di Mauro, il vicequestore Antonio Lamberti per il corpo forestale dello stato, con il Procuratore dalle Repubblica di Nola Paolo Mancuso che non ha potuto partecipare ma ha voluto comunque inviare un messaggio di auguri complimentandosi per l’iniziativa.

Iniziativa che va incontro a diverse esigenze: quella di reprimere il fenomeno degli sversamenti abusivi di rifiuti sul territorio e al tempo stesso quella di garantire maggior sicurezza. Le immagini registrate e memorizzate su un potente server, capace di lavorare per alcune ore anche in caso di interruzione della corrente elettrica, potranno anche servire alle forze dell’ordine per far luce su eventuali episodi criminosi che accadranno sul territorio.

«In questo senso quando procederemo a nuove installazioni cercheremo di farlo in sinergia con chi ha il compito di tutelare il rispetto della legge e dell’ordine pubblico, in modo tale da andare incontro alle loro esigenze tentando di sopperire le carenze di organico che sono loro malgrado costrette a subire», ha detto ancora il primo cittadino di Pollena Trocchia. La benedizione della struttura ha concluso la presentazione della centrale, realizzata grazie al costante impegno del comandante della polizia locale Giuseppe De Stefano e dell’intera amministrazione comunale.

videosorveglianza pollena