Non è finita al primo round la battaglia legale tra il Comune di Poggiomarino e la Leucopetra, la società partecipata del Comune di Portici che nei primi anni del 2000 serviva proprio la città vesuviana per quanto riguarda i rifiuti. Dopo che l’Amministrazione del sindaco Leo Annunziata è riuscita a farsi restituire la somma di quasi 800mila euro per contenziosi con i consorzi, l’impresa passa al contrattacco.

Come riportato dal quotidiano “Roma”, infatti, Leucopetra porta il Comune in tribunale, chiedendo soldi che non sarebbero stati corrisposti per il servizio di rimozione dei rifiuti erogato nel 2001. La cifra richiesta è di 755mila euro e la prima udienza è fissata a maggio. Da Palazzo De Marinis, intanto, trapela tranquillità, convinti che tutto è stato erogato 15 anni fa alla partecipata di Portici. Naturalmente si tratta di una cifra importante e che davanti ad un giudizio negativo porterebbe molte difficoltà per Poggiomarino.

leucopetra