La Funivia del Vesuvio potrebbe diventare realtà. Il progetto è infatti arrivato sulla scrivania del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, che si è riservato di valutare la fattibilità dell’idea che a gradi linee riprende la storica linea attiva addirittura nel 1800. Naturalmente si tratta di un progetto del tutto diverso e che punta a portare i turisti da Ottaviano sino al Grande Cono sfruttando anche l’impatto della stazione Vesuvio Est di cui sono state avviate le fasi per la realizzazione.

«L’ok del presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca, al progetto della stazione Tav “Vesuvio Est” tra Striano e Poggiomarino è sicuramente una notizia positiva. Un potenziamento infrastrutturale a valle del Vesuvio è infatti propedeutico alla costruzione di un grande progetto di sviluppo territoriale – spiega il consigliere comunale di Ottaviano, Felice Picariello, delegato del sindaco per il Parco Nazionale del Vesuvio – In tal direzione, però, bisogna investire anche sull’area interna, quella direttamente collegata al vulcano, sia in termini di sicurezza che di rilancio».

Ho saputo che a De Luca è stata sottoposta la bozza del progetto della Funivia del Vesuvio, ovvero la realizzazione di un sistema di risalita a fune che da Ottaviano condurrebbe fino al gran cono. Sono contento: è una mia idea, c’è il mio sudore», ha proseguito il consigliere ottavianese, sottolineando come per il progetto sono stati già fatti studi di fattibilità molto accurati, ricorrendo anche all’utilizzo di tecnologie molto moderne.

«È necessario pensare a un sistema interno di collegamenti. Dalla stazione Vesuvio Est si dovranno poter raggiungere varie destinazioni oltre al gran cono: il museo di Nola, gli spazi del Parco Vesuvio di San Giuseppe, le Case a Cupola di Terzigno, la Villa Augustea di Somma Vesuviana, l’Acquedotto Romano tra San Gennaro e Palma Campania» ha concluso Picariello.

vesuvio erutterà