Hanno raggiunto un’intesa i rappresentanti sindacali e l’Eav: lo sciopero previsto per domani è dunque revocato ed i treni partiranno “regolarmente”, fatte salve naturalmente le corse soppresse per carenze di materiale rotabile.

A comunicare lo stop dell’agitazione sono state le sigle sindacali che avevano proclamato la protesta. La situazione resta comunque molto complessa e già per fine mese è finora prevista una seconda giornata di sciopero.

sciopero revocato