Il vento spazza via il raccolto, danni ingenti: Coldiretti arriva a Poggiomarino


266

Danni per decine di migliaia di euro dovuti soprattutto al forte vento di domenica, ma anche alle conseguenti piogge torrenziali dell’altra notte, che hanno agito laddove le coperture erano ormai state sbalzate rovinando molti raccolti. A Poggiomarino se è non emergenza, manca davvero poco. Sono tanti, infatti, i coltivatori locali che lamentano grosse perdite dovute al clima infausto degli ultimi giorni, e si tratta di decine di medie e piccole imprese che rischierebbero di sparire a causa della bufera dello scorso weekend.



Una situazione che è stata monitorata persino da Coldiretti, che ieri mattina è giunta a Poggiomarino testimoniando la drammaticità della situazione particolarmente nelle aree agricole di Longola, dove il forte vento ha disarcionato serre e coperture, spazzato via i raccolti e rovinato numerosi germogli di prodotti della terra che spuntano in primavera. L’associazione di categoria ha intenzione, in tal senso, di aprire un tavolo con il sindaco Leo Annunziata e la Regione Campania, poiché ci sarebbero i presupposti per chiedere lo stato di calamità naturale.

Intanto, a farsi sentire, è anche Forza Italia di Poggiomarino con il coordinatore cittadino, Antonio Miranda, che ha effettuato un sopralluogo in alcune aree particolarmente colpite dal maltempo: «Ho incontrato contadini disperati – racconta – persone che hanno perso tutto. Presto sarò in Regione per chiedere attraverso il nostro Gruppo degli interventi concreti e dei fondi economici a favore dei nostri coltivatori».

coltivazioni rovinate

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE