“La legalità comincia da me”. Con questo motto gli alunni del Primo Circolo Didattico hanno incontrato, questa mattina, esponenti delle istituzioni locali e operatori del mondo della giustizia nell’aula consiliare del Comune di San Giuseppe Vesuviano. Tutto ciò nella giornata della legalità in cui è stata ricordata la figura di don Giuseppe Diana, sacerdote assassinato il 19 marzo 1994 a Casal di Principe dalla criminalità organizzata.

«L’unica speranza è non arrendersi mai. Forse un mondo onesto non esisterà mai, ma chi ci impedisce di sognare. Forse se ognuno di noi prova a cambiare, forse ce la faremo». Sono le parole di Rita Atria, testimone di giustizia, scelte quale filo conduttore della mattinata dedicata alla legalità. Ha aperto l’incontro Maria Rosaria Fornaro, Dirigente del Primo Circolo Didattico. I bambini si sono poi confrontati con, Vincenzo Catapano, sindaco del Comune di San Giuseppe Vesuviano e Luigi Giordano, magistrato addetto al massimario presso la Corte di Cassazione ed ex GIP del Tribunale di Napoli.

Tante le domande al primo cittadino e soprattutto al magistrato di San Giuseppe Vesuviano che ha spiegato ai bambini i tanti aspetti della magistratura ma anche della criminalità organizzata avendo avuto a che fare con i processi più importanti di Napoli e provincia.

legalità sangiu