Sarà il Comune ad impegnarsi per ricomprare le lampade votive rubate nel raid di alcune settimane fa all’interno del cimitero di Striano. La Giunta ha infatti approvato un documento in cui ha trovato le disponibilità economiche per rimettere in ordine il camposanto cittadino da cui vennero asportati di notte numerosi oggetti in rame ed in ottone.

Un impegno, quello assunto dal sindaco Aristide Rendina e dai suoi assessori, che risulta completamente nuovo nel panorama vesuviano, area spesso presa d’assalto dai ladri proprio all’interno dei luoghi di silenzio. A Striano furono circa un centinaio le lampade asportate oltre ad ulteriori danni a loculi e fosse.

cimitero striano