Grande partecipazione ieri sera da parte della comunità poggiomarinese alla manifestazione “Earth hour”, l’ora in cui tutto il mondo sono state spente le luci in maniera simbolica. Poggiomarino è una delle 400 città ad aver aderito all’iniziativa. Presenti per l’occasione il sindaco di Poggiomarino, Leo Annunziata e l’assessore al ramo e vicesindaco, Gerardo Aliberti.

Inoltre, ad animare la serata ed a partecipare al flashmob, erano presenti la Loco Dance Academy, la Gabry Dance e Music&Dance Academy, ed anche l’istituto comprensivo “Primo Capoluogo”, l’istituto comprensivo “De Filippo” e l’istituto “Leonardo Da Vinci”.

Tutti uniti all’insegna dell’ecologia e del rispetto e salvaguardia della terra e del suo habitat naturale. Il sindaco ha dichiarato: «Noi come amministrazione in questi cinque anni ci siamo impegnati a fondo sulle tematiche del rispetto e salvaguardia dell’ambiente, raggiungendo anche ultimamente elevate percentuali di raccolta differenziata».

Anche il vicesindaco Aliberti sottolinea: «Organizziamo due eventi in collaborazione con le scuole di Poggiomarino, sabato 19 “L’ora della terra”, un’iniziativa sul risparmio energetico. Poi lunedì 21 insieme al licei Da Vinci a via Roma, nomineremo simbolicamente le due palme “Alberi della legalità”. Più ambiente e cultura per sensibilizzare ed educare le nuove generazioni alla legalità e al rispetto dell’ambiente».

Quindi una kermesse di tre giorni per sensibilizzare sia i più giovani che i meno giovani a rispettare il proprio ambiente anche con piccoli gesti, come quelli di spegnere la luce in quelle stanze vuote o magari di spegnere anche il led del proprio televisore.

earth hour