Diverse centinaia di persone sono scese in piazza alle 17 a Somma Vesuviana per ricordare Francesco Tafuro e Domenico Liguori, i due ragazzi di Somma e Saviano ucciso a bruciapelo per un credito di gioco che vantavano con la loro agenzia di scommesse. Oggi in tanti si sono riuniti in piazza Vittorio Emanuele e “armati” di fiaccole sono arrivati fino alla parrocchia Santa Maria di Costantinopoli dove è stata celebrata una messa in suffragio delle due vittime innocenti.

A guidare il corteo, che si è snodato in buona parte della città ai piedi del vulcano, c’era lo striscione con le immagini di Francesco e Domenico, accanto la scritto “per sempre nei nostri cuori”. La maggior parte dei partecipanti ha indossato una maglietta bianca con la scritta “Cià ‘o biò”, in riferimento ad uno dei giovani. Commozione quando è stato letto il messaggio lasciato dal vescovo di Nola, Beniamino Depalma.

fiaccolata