L’allarme microcriminalità non lascia scampo alla Circumvesuviana e insieme a quelle delle continue sassaiole, rende i viaggi sui treni sempre più pericolosi, particolarmente in alcune stazioni e nelle ore serali. E sono gli stessi dipendenti, attraverso il sindacato Orsa, ha raccontare del “bollettino di guerra”.

I fatti sono accaduti lunedì sera tra le 20,40 e le 21,15, su tutti e tre i treni transitati per la fermata di Napoli Gianturco, sempre della Circumvesuviana. Sono stati effettuati tre scippi ai viaggiatori, il bottino è stato di uno smartphone, un tablet ed una collanina d’oro. Anche per questi motivi, naturalmente, il personale chiede maggiore sostegno da parte dei vertici aziendali e delle forze dell’ordine.

Interno Circumvesuviana