Ricordate il bus turistico che nei giorni scorsi si era schiantato contro il guardrail a Pompei e di cui mostrammo le immagini esclusive? Bene, emerge una storia inquietante su quella foto e su quella vicenda. Per fortuna a bordo del mezzo c’era solo l’autista. Quel mezzo aveva appena accompagnato una scolaresca di Fermo agli Scavi, poi i “prof” si erano rifiutati di risalire insieme agli studenti. Il viaggio di andata fu infatti un incubo, con il conducente che correva troppo.

I docenti sono dunque stati premonitori, perché poco dopo essere andato via, il mezzo è andato infatti a sbattere contro le barriere della Napoli-Salerno proprio all’altezza di Pompei Ovest, con l’autista che è stato ricoverato all’ospedale di Boscotrecase. A guardare le condizioni del bus e della fiancata finita contro il guardrail, poteva essere una tragedia. «I nostri figli – racconta un genitore – ci hanno raccontato che quell’autista guidava in modo spericolato spaventando ragazzi e insegnanti. Una professoressa, addirittura in lacrime, aveva chiesto ripetutamente all’autista di rallentare. Il fato ha voluto che i ragazzi siano scesi poco prima dell’incidente, altrimenti saremmo qui a raccontare un’altra storia».

bus turistico pompei