Dall’avvocato Tina Ambrosio, difensore di Norredine Ghiat, riceviamo e volentieri pubblichiamo

La notizia dal titolo “Violentò la sua collega di lavoro a Poggiomarino: arrestato 36enne, deve scontare 5 anni”, non corrisponde al vero. Ghiat Noreddine, destinatario di un mandato di cattura notificatogli il 2.2.2016 sul luogo di lavoro ove si era recato come di consueto e senza porre alcuna resistenza agli Ufficiali di PG, era incensurato e non si era reso assolutamente irreperibile, visto che era tornato dal Marocco venerdì 26 febbraio us dopo una permanenza di circa 2 mesi ed aveva viaggiato tranquillamente in aereo senza che lo stesso fosse a conoscenza dell’esistenza del mandato di cattura.

Non aveva contezza dell’esistenza della sentenza emessa in sua contumacia, mai notificatagli, e, per tale motivo non ha avuto neppure la possibilità di proporre appello alla stessa. Proporremo incidente di esecuzione e dimostreremo la sua innocenza, dopo la nomina avvenuta solo in occasione ed a seguito dell’ordine di carcerazione.

nurredine ghiat