Troppi rifiuti, il sindaco decide di chiudere la strada. È la reazione durissima da parte del primo cittadino di Poggiomarino, Leo Annunziata, che per evitare ulteriori sversamenti ha optato di “sbarrare” attraverso un’ordinanza via Pasquale Giulio Annunziata. Il documento è stato firmato ieri dalla fascia tricolore e già oggi dovrebbe essere pubblico sull’Albo Pretorio del Comune: da quel momento il provvedimento diventerà ufficiale a tutti gli effetti.

Insomma, una risposta pesante, una vera e propria novità quella pensata dal sindaco poggiomarinese, che ha scelto così di mettere un freno ai depositi selvaggi di una strada isolata e praticamente in aperta campagna. Un’arteria periferica, a due passi dalla vasca dei veleni di Pianillo e che viene percorsa particolarmente da chi deve raggiungere località limitrofe come Palma Campania, San Giuseppe Vesuviano e Striano. Via Annunziata, in tal senso, è la perpendicolare della più centrale via Sandro Pertini, strada nota nella località vesuviana per ospitare il mercato ovviamente illegale della prostituzione, su cui lo stesso primo cittadino partorì qualche anno fa un’ordinanza punitiva persino contro coloro che rallentavano in auto alla vista delle “lucciole”.

Insomma, Annunziata fa il bis di provvedimento “coraggiosi”, motivando appunto il documento con la volontà di volere impedire nuovi sversamenti e scoraggiare quindi gli incivili-criminali di turno. L’intera zona è infatti presa d’assalto da chiunque intenda sversare ogni tipologia di materiale. Appena ieri mattina, sotto questo aspetto, si sono verificati ulteriori depositi selvaggi di vecchi rottami, elementi di risulta edile e di rifiuti misti apparentemente nocivi. Le forze dell’ordine sono anche arrivate sul posto, avvisate da alcuni residenti, ma per adesso non hanno potuto fare altro che passare la palla al Comune, frattanto impegnato in diverse opere di bonifica nelle zone alla cinta della città.

Forse anche da questo è nata la drastica scelta del primo cittadino. Dunque, non appena l’ordinanza apparirà in Albo Pretorio saranno installate le barriere per non permettere ad alcun mezzo di poter transitare. Si potrà passare solo a piedi e chi vorrà raggiungere un terreno, potrà farlo soltanto dalle vie parallele.

«La situazione è diventata davvero difficile – spiega in tal senso il sindaco di Poggiomarino, Leo Annunziata – nonostante il nostro impegno costante di rimozione e bonifica del luogo, continuano a sversare immondizia. La mia ordinanza vuole essere un segnale, un modo per dire a chi inquina “noi ci siamo” e “le proviamo tutte per fermarti”. Adesso – insiste il primo cittadino – faremo partire quanto prima un nuovo intervento ambientale nella zona che, chiaramente, e vista l’enorme mole di immondizia gettata, può avere anche problematiche dal punto di vista igienico-sanitario». Un affronto cronico, insomma, contro via Pasquale Giulio Annunziata, che tra l’altro porta il nome di un giovane studente poggiomarinese tragicamente perito in un incidente: una morte che lasciò sotto choc l’intera comunità.

via annunziata (1)