La Regione riconosce alle imprese fino a 6.000 euro per l’attivazione di tirocini. Alla misura hanno già aderito migliaia di imprese della Campania. Garanzia Giovani, il piano europeo gestito dallo Stato e dalle Regioni, riguarda i giovani dai 15 ai 29 anni che non studiano e non lavorano. Il piano è un’importante occasione anche per le imprese che, beneficiando delle agevolazioni previste, possono investire su giovani motivati e rinnovare così il loro capitale umano.

Sono previsti bonus occupazionali per le nuove assunzioni e incentivi specifici per l’attivazione di tirocini e contratti di apprendistato o la trasformazione di un tirocinio in contratto di lavoro. Per usufruire delle agevolazioni previste dal Programma è necessario che l’azienda attivi una delle misure incentivate, a favore di un giovane, tra i 15 e i 29 anni, che ha aderito all’iniziativa Garanzia Giovani.

In dettaglio gli incentivi previsti per ogni misura e le modalità di accesso. Assunzioni a tempo indeterminato: bonus da 1.500 a 6.000 euro. Assunzioni a tempo determinato o in somministrazione: bonus da 1.500 a 4.000 euro. Apprendistato per la qualifica e il diploma professionale (I livello): incentivo per l’attivazione del contratto compreso tra i 2.000 e i 3.000 euro. Tirocinio: è prevista un’indennità erogata dalla Regione (minimo 300 euro, sulla base della normativa regionale) direttamente al giovane o rimborsata all’azienda, a cui si accede tramite avviso pubblico regionale. In caso di trasformazione in contratto di lavoro, alle aziende è riconosciuto un incentivo da 1.500 a 6.000 euro, la cui erogazione è gestita dall’Inps. *fiscalista specializzata in fondi europei e incentivi alle imprese

regione