Timide proteste e mugugni nella giornata di ieri per gli utenti della Circumvesuviana: i soliti problemi di carenza di materiale rotabile hanno trasformato la giornata in un altro inferno per i pendolari, costretti a subire ritardi e soppressioni dei treni in uno degli orari di punta: quello tra mezzogiorno e le 13,30.

Diversi, infatti, i treni che non sono partiti, mentre altri l’hanno fatto dopo almeno mezz’ora rispetto agli orari previsti. Insomma, resta grave la difficoltà a reperire mezzi che siano adatti alle lunghe tratte tra Napoli e la provincia vesuviana. Qualche tensione a Porta Nolana, quando sono stati annunciati i disservizi. E tra chi si lamentava, anche l’ironia amara di un viaggiatore: «Invece dei treni, sopprimeranno gli utenti».

circum