Un incendio di rifiuti avvenuto qualche giorno fa in via Macedonio Melloni, a San Giuseppe Vesuviano, rischia di mettere nei guai un centro medico di Ottaviano. All’interno di alcuni bustoni trovati sul posto sono stati infatti trovate delle carte provenienti dalla struttura della città confinante: si tratta di un’azienda privata molto nota su tutto il territorio.

Quelle “tracce” sono state portate via dalla polizia municipale sangiuseppese che in tal senso sta svolgendo degli accertamenti in merito. Naturalmente, prima di lanciare accuse al centro sanitario, è necessario capire a chi si rivolge il centro per smaltire i rifiuti. Ed in tal senso stanno proprio indagando gli uomini in divisa che tra l’altro si sono già recati un paio di volte all’interno della struttura per capire di più sul singolare ritrovamento.

Intanto via Macedonio Melloni come tante altre strade della periferia sangiuseppese, ma un po’ dell’intera area vesuviana, continuano ad essere preda degli sversamenti incontrollati di scarti e dunque anche dei roghi così come nella più classica Terra dei Fuochi vesuviana.

rogo sangius