Restano in carcere i presunti assassini di Francesco Tafuro e Domenico Liguori. Il giudice ha convalidato il fermo di Eugenio D’Atri, Nicola Zucaro e Domenico Altieri, arrestati in seguito all’omicidio avvenuto a Saviano nella notte tra il 10 e l’11 febbraio. L’accusa per i tre è di omicidio premeditato aggravato da futili motivi.

I giovani che gestivano una sala scommesse in via San Sossio a Somma Vesuviana, infatti, sono stati uccisi perché hanno osato chiedere circa 25mila euro, che D’Atri aveva accumulato come debito con giocate scoperte. Un duplice delitto che a ragione ha sconvolto le comunità di Saviano e Somma Vesuviana.

Isernia - carabinieri