È andato in pensione, dopo anni di insegnamento nelle scuole della provincia di Napoli, don S. M., il sacerdote accusato di avere molestato alcuni dei suoi allievi già quasi trent’anni fa. La vicenda è quella di Diego Esposito, uomo di Pollena Trocchia che ha denunciato gli abusi, cominciando anche uno sciopero della fame, fino al punto da spingere il Vaticano ad aprire un’inchiesta sul religioso.

Dopo la denuncia di Diego altre due persone si sono fatte vive, segnalando di avere subito molestie dallo stesso prete quando erano ragazzini: si tratta di un 26enne di Cicciano, dove il sacerdote ha insegnato a lungo religione, e di un ventenne di Secondigliano. La vicenda è stata seguita a lungo dalla “Rete L’Abuso”, che ha segnalato la presenza di don S.M. proprio a San Giuseppe Vesuviano in un centro religioso in cui vive da qualche mese.

prete pedofilo