Mentre ancora i giovani lottano per la vita, si registra un’azione indegna da parte degli sciacalli, che approfittando dei momenti di ansia e confusione hanno derubato i pazienti dei loro effetti personali: soldi telefoni e catenine. Le vittime sono i giovani coinvolti l’altra notte nel terribile schianto sulla Statale 7 Bis a Nola.

La razzia, denunciata dai sindacati, è avvenuto proprio nell’ospedale della citta dei Gigli, dove quattro degli otto giovani coinvolti nello schianto sono ricoverati in seguito al tremendo impatto. Una vera e propria vergogna, insomma, contro cui le sigle si scagliano chiedendo maggiori controlli.

Nell’impatto sono rimasti feriti 8 giovani, di cui 6 in gravi condizioni, mentre un giovane di Sperone è tuttora in pericolo di vita. Tra i ragazzi ricoverati due sono di Somma Vesuviana e si trovano proprio nel nosocomio nolano.

ospedale-nola