Muore nipote del boss ed è ressa di familiari e amici nell’ospedale di Boscotrecase. La violenza dei parenti sarebbe scoppiata in quanto l’uomo, Aldo Gionta, 40 anni, omonimo del cugino “boss poeta”, e nipote del capoclan storico di Torre Annunziata, Valentino Gionta, poiché figlio del fratello Ernesto, ricoverato per sottoporsi a un intervento chirurgico al nosocomio Sant’Anna di Boscotrecase è deceduto in seguito a complicazioni.

Alla notizia della sua morte, ai familiari che attendevano alla esterno del nosocomio si sono aggiunti in pochi minuti alcune decine di persone e tutti hanno dato sfogo alla loro disperazione con urla minacciose anche verso i medici, ritenuti responsabili di quanto era accaduto. Secondo quanto si è appreso, a causa di un incidente stradale il 40enne aveva subito la rottura della tibia e del perone della gamba destra. Sono in corso gli accertamenti del caso da parte dei carabinieri. Sul posto anche la polizia.

ospedale boscotre