Stazioni di Poggiomarino prese d’assalto dai piromani: sono due, infatti, i roghi entrambi dolosi che l’altra notte sono divampati all’interno delle aree della Circumvesuviana. Il più grave alla stazione di Flocco, mentre l’altro si è consumato non lontano dalla sede dei binari della stazione principale cittadina. Particolare allarme per quanto avvenuto nei pressi del punto ferroviario periferico.

In fiamme è finito l’interno della vecchia casa cantoniera, una struttura in muratura abbandonata da diversi decenni e frattanto diventata ricettacolo di rifiuti e talvolta anche unico tetto sulla testa per qualche disperato senza fissa dimora: una pratica, quest’ultima, in disuso da tempo poiché entrambi i piani dell’edificio sono stati ormai invasi dalla “monnezza” non permettendo praticamente a nessuno di potere entrare per ripararsi dal freddo. L’allarme è scattato nel cuore della notte, quando alcuni residenti hanno avvertito l’odore acre del fuoco.

Le fiamme ed il fumo nero si levavano altissimi e con il vento avrebbero potuto avvicinarsi senza troppa difficoltà anche alle vicine abitazioni. Sono immediatamente scattate le chiamate ai vigili del fuoco ed ai carabinieri della locale stazione, intervenuti sin da subito sul posto in attesa dell’arrivo dei pompieri. Gli uomini agli ordini del maresciallo Andrea Manzo hanno immediatamente tranquillizzato gli abitanti della zona, chiudendo l’accesso alle strade limitrofe. I vigili del fuoco, giunti dalla caserma di Sarno, sono arrivati in pochi minuti: il rogo è stato immediatamente domato, mentre soltanto all’alba le fiamme sono state interamente spente.

La traccia nera di bruciato è chiaramente visibile all’esterno della vecchia casa cantoniera su cui ci sono persino sospetti a riguardo della tenuta. Al momento il tratto resta interdetto, mentre i pompieri stanno compiendo altri accertamenti in merito alla stabilità dell’edificio che rischierebbe di cedere e cadere al suolo. Per adesso non è esclusa neppure l’ipotesi di un abbattimento. Secondo i soccorritori si tratta di un rogo doloso, generato proprio per bruciare i rifiuti all’interno, mentre tendono ad escludere che le fiamme possano essere state appiccate per altri motivi. Tensione, invece, intorno all’una di notte in via Tenente Losco, a pochi metri dallo scalo della Circumvesuviana di Poggiomarino.

Anche in questo caso sono stati dati alle fiamme diversi cumuli di rifiuti vari depositati tra la sede dei binari insieme alle erbacce. Qualcuno ha dunque scavalcato i muretti che delimitano la strada urbana con la stazione ed ha dato fuoco all’immondizia, provocando un falò non di grandi dimensioni ma che ha naturalmente preso alla sprovvista i residenti. Sono stati proprio alcuni cittadini di una palazzina limitrofa a scendere in strada con i secchi carichi d’acqua al fine di estinguere l’incendio. È stata sporta denuncia ai carabinieri, che stanno cercando di capire se possano esserci legami tra i due episodi avvenuti a distanza di poche ore sempre nei pressi dei binari del trasporto pubblico locale.

incendio circum poggio