PER CHI? I destinatari dell’incentivo sono le imprese agricole già iscritta alla C.C.I.A.A sezione speciale aziende agricole

COSA SI PUÒ FARE? costruzione o miglioramento di beni immobili; acquisto di nuovi macchinari, attrezzature, programmi informatici, brevetti e licenze.

QUAL È L’INCENTIVO? Il sostegno va dal 50% al 70% dei costi previsti ed è concesso per investimenti riguardanti le attività di produzione, di trasformazione e di commercializzazione dei prodotti agricoli di seguito elencati: carni e altri prodotti primari di origine animale, latte, uve, olive, cereali, legumi, ortofrutticoli, fiori e piante, piante officinali e aromatiche, miele e altri prodotti dell’apicoltura, colture industriali (compreso colture tessili ed escluse quelle per la produzione di biomassa), piccoli frutti e funghi, tabacco e foraggi. L’importo massimo del contributo pubblico concedibile è fissato in 1.500.000,00 di euro.

QUALI SONO I PRESUPPOSTI? Con il piano di miglioramento l’impresa deve conseguire almeno uno dei seguenti obiettivi: 1. il miglioramento della situazione reddituale, delle condizioni di vita e di lavoro degli addetti; 2. il miglioramento delle condizioni di igiene e di benessere degli animali oltre le norme obbligatorie; 3. l’adozione di processi produttivi sostenibili da un punto di vista ambientale per quanto riferibile alla gestione del suolo, alla distribuzione di fertilizzanti e fitofarmaci oppure in grado di salvaguardare le produzioni da situazioni climatiche eccezionalmente avverse; 4. l’introduzione di nuove tecnologie; 5. la riconversione e la valorizzazione qualitativa delle produzioni (biologico, tracciabilità, produzioni di nicchia) in funzione delle esigenze del mercato; 6. lo sviluppo della diversificazione dell’attività aziendale (trasformazione, vendita diretta); 7. il risparmio energetico e la produzione di energia da fonti rinnovabili (limitatamente alle esigenze produttive aziendali); 8. la riduzione dei fabbisogni idrici per i processi produttivi aziendali.

CHI LO PREVEDE? La Programmazione di Sviluppo Rurale per la Campania approvata dalla Commissione Europea il 20/11/2015 i cui bandi di attuazione saranno pubblicati prossimamente. *fiscalista specializzata in fondi europei e incentivi alle imprese

agricoltura