Irrompe la Lega Nord nelle elezioni Comunali di Poggiomarino. Ad annunciarlo è il coordinatore regionale del movimento “Noi con Salvini”, il sangiuseppese Armando Salerno: «Anche a Poggiomarino presenteremo una nostra lista per le prossime Amministrative, naturalmente decideremo di entrare in una delle coalizioni che più di tutte rappresenta il centrodestra nella località vesuviana». Un ingresso nell’entroterra del Mezzogiorno, insomma, per quelli che fino alla “gestione Bossi” parlavano di secessione.

E l’entrata deve essere fatta con i piedi di piombo, motivo per cui il leader del “Carroccio”, Matteo Salvini, ha deciso di essere rappresentato nel Meridione non dal simbolo della stessa Lega, bensì dai circoli di “Noi con Salvini”. E per le Comunali si cercherà di non lasciare altre tracce, quasi abbandonando quelle che sono le identità. La lista che concorrerà per la carica di sindaco a Poggiomarino non porterà infatti neppure il nome dell’eurodeputato milanese, ed il logo sarà trasformato in “Noi con…” aggiungendo il cognome dell’aspirante primo cittadino appoggiato dal movimento.

«Questo non vuol dire che rinneghiamo qualcosa o qualcuno – spiega Salerno – anzi, sarà un modo per farci sentire ancora più vicini al territorio. Il simbolo utilizzato sarà infatti quello originale di “Noi con Salvini” che abbiamo presentato tempo fa anche a Napoli, dunque riconoscibile da tutti a prescindere dal nome che finirà sulle schede elettorali». Poco, finora, era fuoriuscito dalla “stanze dei bottoni” poggiomarinesi in merito alla “costola” della Lega Nord presente anche nella città ai piedi del vulcano, dove in primavera gli abitanti si apprestano a rinnovare il consiglio comunale e la fascia tricolore.

Al momento non ci sono nomi ancora precisi di eventuali coordinatori cittadini o di chi si schiererà nelle liste, ma Salerno annuncia: «Abbiamo naturalmente già stretto da tempo rapporti solidi – dice – e ci sono ex amministratori di centrodestra che sono pronti ad aderire al nostro progetto. Anzi, c’è anche qualche ex sindaco che si è avvicinato nel tentativo di trovare sostegno. Come già detto dedicheremo il nostro impegno al candidato che più si avvicina alle nostre idee ed a quelli che sono i nostri programmi politici su scala nazionale e locale».

In tal senso i “salviniani” hanno già fatto diversi proseliti nell’area interna del Vesuviano: a dimostrazione di una certa quantità di numeri disponibili, ci sono i duecento che in tempi non sospetti parteciparono all’incontro napoletano con il coordinatore regionale del partito, Gianluca Cantalamessa: da San Giuseppe, infatti, partirono ben quattro autobus. Adesso resta ai cittadini poggiomarinesi decidere come “digerire” il tentativo leghista di fare breccia sul territorio.

poggiomarino