Cadde nello Stadio Europa e finì in ospedale, chiede risarcimento di 25mila euro al Comune


170

Continuano ad abbattersi sventure sullo stadio comunale Europa di Poggiomarino: riaperto dopo i lavori di messa in sicurezza, che hanno lasciato senza campo per cinque mesi le squadre cittadine, sull’impianto si fanno rivedere alcuni “fantasmi” del passato. C’è un cittadino, infatti, che chiede un maxi-risarcimento dopo essere caduto rovinosamente all’interno della struttura pubblica, un fatto accaduto addirittura a gennaio del 2011, dunque ben cinque anni fa, e che era giunto all’interno del palazzo municipale soltanto due anni dopo, quando arrivò la querela negli uffici dell’Ente di piazza De Marinis.



Ma la vicenda ha assunto contorni più inquietanti, soprattutto dal punto di vista economico, quando nei giorni scorsi il Comune ha ricevuto la richiesta di risarcimento: una maxi-indennizzo che supera i 25mila euro, una cifra che ha fatto drizzare i capelli ai dirigenti e naturalmente ai dipendenti dell’ufficio Economato. Insomma, non c’è altra strada se non resistere alla causa intentata, con il pericolo che l’Amministrazione sia costretta a sobbarcarsi un debito fuori bilancio davvero molto pesante. La vicenda riguarda dunque un fatto accaduto il 29 gennaio del 2011, quando un tifoso della Juve Pro Poggiomarino era andato allo stadio Europa per assistere ad una partita di Prima Categoria contro la Sangennarese.

Era una domenica mattina, piuttosto fredda ma senza pioggia. Secondo la denuncia, il supporter locale inciampò su una sconnessione dei gradoni degli spalti, ma pur riuscendo a poggiare i piedi a terra per ripararsi dalla caduta, scivolò poi su una sostanza oleosa presente sul cemento. Il tifoso, quindi, restò ferito e secondo quanto raccontato venne prelevato sul posto da un’ambulanza per essere trasportato in ospedale. Il referto medico di quel giorno di oltre cinque anni fa parla di una “contusione ecchimotica collo piede di sinistra”, un danno fisico per cui la richiesta di risarcimento è pari a precisamente 25.978,70 euro.

E la parte peggiore è che, nonostante i tentativi di riconciliazione, non c’è stato verso di fare abbassare le pretese da parte della vittima dell’incidente, che quindi vuole la cifra invocata dal suo avvocato. L’unica mossa che il Comune è riuscito a fare è quella di deliberare, attraverso la Giunta, l’affidamento di un incarico ad un medico di parte, che possa fare una valutazione del danno fisico e morale subito dall’uomo. Una controversia destinata insomma a durare ancora del tempo, ma che mette ancora in risalto le condizioni dei beni pubblici in generale a Poggiomarino ed in tutta l’area vesuviana.

Stadio europa allagato

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE