Task force dei carabinieri nelle fabbriche tessili di San Giuseppe Vesuviano: particolare attenzione agli opifici nelle periferie cittadine, al confine con Terzigno, Ottaviano e Poggiomarino. In totale sono state controllate 15 medie e piccole imprese, mentre quelle sanzionate sono state ben 7, dunque il 50% di quelle finite nel mirino.

Quattro sono gli opifici gestiti da cittadini cinesi e bengalesi, mentre tre quelli degli italiani: tutti finiti nei guai e con denunce a piede libero per contraffazione e violazione della normative sul lavoro. Più grave la situazione per tre delle fabbriche, che non sono state trovate in regola con lo smaltimento dei rifiuti, in relazione all’igiene ed alla sicurezza.

Per le tre imprese sono scattati i sigilli e la sospensione dell’attività imprenditoriale: in totale sono stati infine sequestrati 46 macchinari installati all’interno dei locali. Supermulte, infine, per gli imprenditori pizzicati dai militari dell’Arma.

fabbrica carabinieri