In due sono di Pomigliano d’Arco, come il capo della gang, il 21enne Pietro di Marzo (nel riquadro), mentre altri due abitano a Sant’Anastasia. La gang dei baby-rapinatori arrestata ieri dai carabinieri era formata da ragazzini di 16 e 17 anni e tra loro c’erano figli di commercianti ed operai. A diffondere la foto di Di Marzo, così come quella della “festa” in pizzeria dopo un colpo riuscito, è il quotidiano “Roma”.

I giovanissimi, di cui ieri è stato diffuso un video choc di un loro assalto, erano soliti infatti andare a mangiare dopo i raid portati a segno. E si “taggavano” l’uno con l’altro persino su Facebook. Nell’immagine a corredo dell’articolo sono proprio con il loro “boss”, finito in carcere prima del blitz di ieri dei carabinieri di Castello di Cisterna.

rapinatori di marzo