Si è svolta a palazzo Santa Lucia una riunione operativa con i sindaci dell’area vesuviana. Al centro dell’incontro – al quale hanno partecipato il presidente Vincenzo De Luca, il presidente della Commissione Trasporti, Luca Cascone, il consigliere delegato al Grande Progetto Pompei Mario Casillo e Carlo De Vito amministratore delegato di Sistemi Urbani Ferrovie, lo sblocco del progetto – come annunciato in anteprima quattro giorni fa da Il Fatto Vesuviano – che risale al 2008 per la realizzazione della Stazione di interscambio tra la linea Alta velocità a monte del Vesuvio e la Circumvesuviana nel territorio del Comune di Striano.

Per la stazione esiste già la progettazione a seguito del concorso internazionale (vincitore Philippe Samyn and Partners) e tutte le condizioni per realizzare, insieme a Rfi Spa, un’opera di fondamentale importanza sull’asse dell’alta velocità Roma-Napoli da incrociare con la Circumvesuviana. Avevano sottoscritto un protocollo d’intesa per il via libera all’opera, i sindaci di Striano, Sarno, San Valentino Torio, San Marzano sul Sarno, Poggiomarino, San Giuseppe Vesuviano, Terzigno, Palma Campania, San Gennaro Vesuviano, Ottaviano, Scafati e Pompei. Esistono oggi le condizioni, anche finanziarie a carico della Regione, per evitare contenziosi dovuti all’inerzia degli anni passati e realizzare un progetto strategico che prevede la realizzazione di una grande stazione e parcheggi con almeno tremila posti.

vesuvio est