Apre Il Poggio: la buona cucina per promuovere l’impegno sociale


266

Nasce da un’operazione di riqualificazione urbana nella periferia orientale e aspira ad avere un grande impatto sociale il nuovo polo enogastronomico Il Poggio, che il gruppo di imprese sociali Gesco apre il prossimo giovedì 11 febbraio 2016 a Napoli, in via Poggioreale 160/C. Il Poggio è ristorante, bar, pasticceria, laboratorio di produzione, market del cucinato e Scuola di formazione ed è aperto anche di notte, accessibile ai bambini e alle persone con disabilità. Realizzato su un’area di circa mille e 500 metri quadri, con giardino annesso, occupa gli spazi di un ex opificio, riqualificati e restituiti alla città come punto di ritrovo per giovani e famiglie, oltre che di ristorazione.



Può accogliere mostre, presentazioni di libri, convegni, concerti e ospiterà gratuitamente le serate musicali dei giovani emergenti. Impiega nelle sue attività circa 60 persone, di cui 50 ragazzi e giovani, alcuni dei quali provenienti da situazioni di disagio. Tutti saranno in tirocinio formativo on the job, a cura della Scuola diFormazione Gesco, per specializzarsi nelle professioni della cucina e dell’enogastronomia. Tra le figure che saranno formate quelle di pasticcere, sommelier, operatore del servizio bar, mâitre. L’iniziativa è co-finanziata da Fondazione Vodafone e Fondazione Con il Sud. Al Poggio si mangerà bene a costi contenuti e sarà possibile acquistare pietanze e salse pronte anche a tarda ora.

Il programma dell’inaugurazione prevede alle 10.30 la conferenza stampa di presentazione con il taglio del nastro e gli interventi di: Sergio D’Angelo direttore del gruppo di imprese sociali Gesco; Luigi de Magistrissindaco di Napoli; Patrizia Boldoni presidente Scabec (Società campana beni culturali); Carlo Borgomeo presidente della Fondazione Con il Sud; Maria Cristina Ferradini responsabile Sostenibilità e Fondazione Vodafone Italia.

Saranno presenti: Mauro Lusetti presidente nazionale di Legacoop; Armando Coppola presidente della IV Municipalità del Comune di Napoli; Liberato Guerriero direttore del carcere di Secondigliano. Nel pomeriggio alle 15 l’apertura al pubblico con un confronto su “Il Poggio: imprenditoria locale e occupazione giovanile” e gli interventi di: Paola Menetti presidente nazionale di Legacoopsociali; Enrico Panini assessore al Lavoro del Comune di Napoli; Sonia Palmeri assessore al Lavoro della Regione Campania; Amedeo Lepore assessore alle Attività produttive della Regione Campania; Paolo Reboani presidente Italia Lavoro; Mario Catalano presidente Legacoop Campania.

il poggio

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE