«Non chiacchiere, ma fatti. Il Governo mantiene l’impegno preso nei confronti delle scuole vandalizzate e che avevano subito furti di strutture informatiche sul nostro territorio». A dirlo il deputato Pd, Massimiliano Manfredi commentando l’erogazione delle risorse che in queste ore il Miur sta versando agli istituti scolastici ammessi che avevano partecipato all’apposito bando.

«Il sottosegretario Davide Faraone in occasione della visita dell’anno scorso a Sant’Anastasia presso la scuola Elsa Morante, che in quei giorni aveva subito il furto di tutti i computer e le lavagne elettroniche da poco arrivati, prese l’impegno che avrebbe messo in campo tutte le iniziative per venire incontro a quelle scuole, che in quei mesi erano state vandalizzate e derubate, togliendo così strumenti ed opportunità ai ragazzi del nostro territorio. Oggi con il riparto delle apposite risorse per le scuole con istanza ammessa si dimostra l’enorme attenzione per il nolano, mariglianese, vesuviano da parte del Governo che finanzia interventi di ripristino per circa 180mila euro».

«Purtroppo – aggiunge il deputato Pd – il caso dell’istituto comprensivo Morante di Sant’Anastasia non è stato isolato. Ringraziamento alle forze dell’ordine che in alcuni casi hanno arrestato gli autori e recuperato la refurtiva. Gli istituti che avevano fatto domanda sono stati finanziati dal ministero sono ben sei tra cui a Sant’Anastasia il sopra citato istituto comprensivo Elsa Morante, l’istituto comprensivo numero 4 di via Rosone, gli istituti di Marigliano “Don Milani Aliperti”, l’Istituto comprensivo Pacinotti e l’istituto superiore Marigliano-Saviano, l’istituto liceale Albertini di Nola, solo per citarne alcuni».

«La buona scuola – ha concluso Manfredi – non è solo slogan, ma si traduce in atti concreti con un occhio attento a Napoli e al Mezzogiorno. Il lavoro da fare è ancora lungo ma siamo sulla buona strada».

scuola ladri