C’è anche la città di Ottaviano nel “polverone” enorme sollevato dal sequestro di quasi due milioni di euro avvenuto ai danni della Camera di Commercio di Napoli. In sostanza, viene imputato a diversi soggetti operanti nella sede di piazza Bovio di avere finanziato progetti e manifestazioni fasulle per poi dirottare altrove i fondi. In tal senso il danno erariale sarebbe intorno ad 1,8 milioni di euro.

Ad intervenire la polizia tributaria, ed all’interno dei fascicoli sequestrati compaiono pure due casi relativi alla città di Ottaviano. In sostanza, sulle carte, la Camera di Commercio avrebbe finanziato un evento ed una manifestazione per le attività vinicole vesuviana di cui tuttavia non c’è alcuna traccia. Insomma, soldi stanziati in maniera fittizia per finire concretamente chissà dove.

vino vesuvio somma