I carabinieri della Stazione di Terzigno hanno arrestato per spaccio di stupefacente Jianhua Cai, 53enne cinese, già noto alle forze dell’ordine. Durante un servizio di osservazione, i militari dell’Arma lo hanno sorpreso a cedere la dose di un grammo di anfetamina a un tossicodipendente italiano, segnalato alla prefettura quale assuntore.

Successivamente i carabinieri hanno effettuato una perquisizione a casa di Cai e lì hanno rinvenuto altri 3,6 grammi di quello stupefacente, divisi in dosi, oltre a due bilancini di precisione e vario materiale per il confezionamento delle dosi.

Si tratta di una droga sintetica e che secondo gli investigatori è molto simile alla “shaboo”, una sostanza che serve a fare restare svegli ed a lavorare di notte. Si teme che i titolari delle fabbriche-lager la facciano assumere ai loro dipendenti per farli essere attivi più a lungo negli opifici. Intanto, al termine delle formalità di rito negli uffici dell’arma, il 53enne è stato condotto ai domiciliari in attesa di rito direttissimo.

droga anfetamin cinesi