Si muore di tumore, di più che nel resto d’Italia, nei comuni coinvolti nella Terra dei Fuochi. In particolare si registra un boom di cancro tra i bambini, oltre che un record di accessi in ospedale dovuti a patologie neoplastiche. I dati sono dell’Istituto superiore della Sanità che confermano il pericolo sanitaria nei territorio travolti dalla piaga degli incendi e dei rifiuti.

Le città coinvolte in provincia di Napoli sono Acerra, Afragola, Caivano, Calvizzano, Casalnuovo di Napoli, Casamarciano, Casandrino, Casoria, Castello di Cisterna, Cercola, Crispano, Frattamaggiore, Frattaminore, Giugliano in Campania, Marano di Napoli, Mariglianella, Marigliano, Melito di Napoli, Mugnano di Napoli, Nola, Palma Campania, Pomigliano d’Arco, Qualiano, Roccarainola, San Giuseppe Vesuviano, Sant’Antimo, Saviano, Scisciano, Somma Vesuviana, Striano, Terzigno e Villaricca.

terra fuochi terz