Cinque di condanna per Salvatore Losco, l’uomo di 60 anni che a luglio accoltellò il sindaco di Somma Vesuviana, Pasquale Piccolo, provocandogli ferite non gravi al collo e ad un braccio. A dare la notizia è l’edizione online de Il Mattino.

Losco è stato ritenuto colpevole di tentato omicidio del primo cittadino con l’aggravante della premeditazione. Secondo i giudici, infatti, l’uomo avrebbe atteso la fascia tricolore all’uscita da Palazzo Torino proprio per sferrargli l’attacco con una lunga lama da cucina.

Il 60enne ex operaio è un senzatetto che viveva in macchina e che da tempo chiedeva una casa ed un lavoro al sindaco ed alla Giunta. Piccolo, per fortuna, venne dimesso quasi subito dalla Clinica Trusso di Ottaviano dove venne medicato per le ferite riportate, mentre l’aggressore fu arrestato subito dopo dai carabinieri e portato in carcere.

sindaco piccolo