Se l’è presa con il Comune il titolare di autorivendita nuove ed usate chiusa dalla polizia nel mese di novembre. Il palazzo municipale, infatti, dopo le comunicazioni della polizia, infatti, aveva decretato la cessazione dell’attività commerciale. Una decisione che non è andata giù all’imprenditore: l’uomo residente a San Valentino Torio ha infatti portato il Comune in tribunale per un ricorso.

Tra i documenti carenti, infatti, c’era la Scia che l’azienda con sede in via Martiri di Nassiriya, al confine con Poggiomarino, dice invece di avere effettuato. Tutto ebbe inizio con un’ispezione degli agenti che alla fine chiusero l’attività commerciale e denunciarono il titolare 36enne.

Dopo le formalità di rito, dal palazzo municipale partì l’immediata ordinanza di cessazione per il commerciante che è stato quindi obbligato a chiudere la concessionaria in attesa di novità. Ed in tal senso ecco arrivare il ricorso con l’Ente che sarà costretto ad una nuova spesa legale.

sigilli polizia