Mancano almeno dieci dipendenti per rimpinguare e rendere all’altezza del compito l’organico del Comune di Poggiomarino. A dirlo sono i dirigenti, che hanno inviato l’annuale missiva al segretario generale ed al sindaco Leo Annunziata. E la situazione, a quanto pare, andrà ulteriormente a complicarsi nel corso del triennio che si è aperto quest’anno e che si concluderà nel 2018, arco di tempo in cui ci saranno una serie di pensionamenti che ridurranno la macchina comunale ancora più all’osso.

Insomma, se non è emergenza poco ci manca, al punto da fare dire a qualcuno dei manager dei vari settori che esiste il rischio di non poter garantire uno standard elevato di prestazioni rivolte al pubblico. Una “patata bollente” che arriva nelle mani del primo cittadino, ma proprio all’alba di un anno che vedrà in primavera le elezioni comunali per il rinnovo del consiglio comunale e dunque della carica di sindaco.

Insomma, i piani studiati da questa Amministrazione potrebbero saltare e riportare la situazione al punto di partenza con il rischio di non avere alcun progetto per rinforzare la pianta organica municipale. A lanciare il primo allarme è Rosa Finaldi, responsabile del settore Affari Generali ed Istituzionali che chiede almeno sei nuove assunzioni da parte dell’Ente al fine di erogare servizi di qualità alla platea di cittadini. «Gli uffici maggiormente scoperti – scrive nella nota il dirigente – sono i Servizi Demografici e tutto l’ufficio Personale».

La manager consiglia al Comune di Poggiomarino, compatibilmente con la facoltà economiche, di assumere nel corso del triennio almeno quattro istruttori di categoria C, un istruttore direttivo di categoria C1 e un dipendente di categoria B3. Anche il settore Ragioneria con la dirigente Antonietta De Rosa chiede un’unità in più per la gestione del Ced «attualmente coperta da una sola unità di categoria C». Nota dolente già espressa è per quanto riguarda il Corpo di polizia municipale, per cui il comandante, Rita Bonagura, parla di nuovo delle carenze in termini di uomini a disposizione: «Occorre improcrastinabilmente l’assunzione a tempo indeterminato di quattro agenti».

Tutto per non parlare del servizio Manutenzione che al momento è del tutto sfornito risorse. Il sindaco Leo Annunziata si è espresso in merito all’esiguo personale affermando: «Naturalmente abbiamo un progetto già pronto e che metteremo in atto sin da subito, proseguendo qualora io venissi confermato sindaco al termine delle Comunali ormai alle porte. Sappiamo dove ed in che modo agire per evitare lacune nei servizi per i cittadini».

poggiomarino